Archivio tag: siderurgia

Lavoro siderurgia Toscana

Lavoro siderurgia Toscana

Realizzare entro la fine di gennaio 2010 un protocollo di intesa tra Regione, Enti locali, Autorità portuale di Piombino e TenarisDalmine per rafforzare la presenza dell’azienda siderurgica sul territorio.
E’ la proposta avanzata stamani dall’assessore al lavoro, istruzione e formazione Gianfranco Simoncini nel corso dell’incontro che ha avuto a Venturina con l’amministratore delegato della TenarisDalmine, con il sindaco di Piombino Gianni Anselmi, con l’assessore provinciale al lavoro Ringo Anselmi e con le organizzazioni sindacali.

«Il protocollo – ha detto l’assessore – dovrà definire supporti e interventi sia infrastrutturali che di qualificazione ambientale e di investimenti, a partire dai soggetti coinvolti, per il mantenimento dell’attività produttiva della TenarisDalmine a Piombino. La Regione si impegnerà per giungere all’accordo entro il primo mese del nuovo anno, e in tal senso sarà attivato quanto prima un tavolo tecnico».

«Con questo protocollo puntiamo a garantire – ha detto ancora Simoncini – la presenza toscana di un’azienda importante nel quadro di un’attenzione specifica per il


settore siderurgico che è stato al centro dell’incontro che il presidente Claudio Martini ha avuto nei giorni scorsi con il ministro per lo sviluppo economico Claudio Scajola».

 

 

Cerchi lavoro? Metti un annuncio gratuito su Clappo.it

Il 3 marzo l’annuncio del possibile taglio di 600 posti alla Lucchini – Simoncini: «Riunione urgente della task force a Piombino»

Nelle prossime settimane, forse già tra pochi giorni, la task force voluta e messa in piedi dalla Regione per affrontare la crisi farà tappa a Piombino: per parlare dei tagli paventati alla Lucchini e della situazione del settore siderurgico in generale.
«Appena oggi ho avuto notizia del piano di riorganizzazione prospettato alla Lucchini, con la possibile perdita di 600 posti di lavoro, – spiega l’assessore al lavoro, Gianfranco Simoncini – mi sono subito messo in contatto con il sindaco della città Gianni Anselmi manifestando la preoccupazione anche della Regione, dopodiché, assieme al presidente Martini, abbiamo deciso di convocare urgentemente una riunione della task force».

«La data della visita a Piombino – aggiunge – sarà decisa già domani». Stamani i dirigenti della stabilimento della Lucchini a Piombino avevano manifestato ai rappresentanti sindacali la volontà di rivedere l’assetto organizzativo dello stabilimento. La produzione si ridurrà a 1 milione e 100 mila tonnellate di acciaio, la metà della capacità produttiva degli impianti. La prima conseguenza sarà il mancato rinnovo dei contratti dei precari (420 lavoratori), a cui potrebbero aggiungersi 180 prepensionamenti.
L’azienda ha invece confermato gli investimenti strategici connessi alla realizzazione di un nuovo laminatoio e al potenziamento dell’altoforno, quando le condizioni del mercato lo permetteranno. La Lucchini aveva già affrontato la crisi ricorrendo alla cassa integrazione, che ha interessato circa 450 lavoratori.