Archivio della categoria: Aziende

Etichette per birra sensibili al tatto

Non è un segreto che il mercato della birra artigianale americano sia in piena espansione per gli amanti dell’orzo e del luppolo dalla mentalità imprenditoriale, creando così un ambiente competitivo in cui navigare. Nel 2018, la Brewers Association ha registrato un totale di 7.346 birrifici artigianali operanti negli Stati Uniti, con 1.049 che hanno aperto i battenti solo quell’anno. Questa competizione in continua crescita costringe i birrai artigianali a valutare ogni aspetto del loro prodotto che può fornire un vantaggio, compreso il design e l’imballaggio.

Secondo un recente rapporto Nielsen, l’incredibile 71% degli acquirenti di birra artigianale decide quale birra acquistare al momento dell’acquisto. Inoltre, la stessa percentuale ha affermato che gli piace provare marchi con imballaggi audaci o interessanti. Non sorprende che ciò sia in linea con le osservazioni dello stesso studio secondo cui il 66% degli acquirenti di birra artigianale americana afferma che la confezione o l’etichetta di una birra è “molto” o “estremamente” importante per catturare la loro attenzione.

Come la maggior parte delle startup, queste aziende devono spesso affrontare le sfide inerenti alle operazioni più piccole con una produzione di volume inferiore e budget. Di conseguenza, molti produttori di birra artigianale stanno esplorando etichette sensibili alla pressione per portare design creativi, migliorando l’impatto sugli scaffali e aumentando la quota di mercato attraverso la differenziazione del prodotto.

Il design elevato incontra l’efficienza dei costi

L’industria della birra utilizza comunemente la stampa diretta su lattina nonché etichette adesive personalizzate tagliate e impilate, le quali vengono prestampate e poi incollate alla bottiglia di birra o lattina durante la produzione. Tuttavia, le etichette sensibili alla pressione offrono più effetti di stampa e opzioni di finitura rispetto alle categorie carta o taglia e impila, specialmente per effetti come goffratura o metallizzati, e lavorano con l’alluminio quando è bagnato o asciutto. Questo ha sicuramente aperto opzioni che portano nuovi design e applicazioni creative in entrambi i punti di produzione o mentre si versa un nuovo crowler da portare a casa dal birrificio o dalla sala da pranzo.

Mentre le etichette continuano a essere un’opzione praticabile per quei birrifici con volumi elevati, i piccoli birrifici, generalmente, non hanno i soldi o lo spazio per soddisfare gli ordini minimi per la stampa direct-to-can, quindi lattine e bottiglie vuote e le etichette adesive posteriori personalizzate diventano un’opzione attraente. Inoltre, la tecnologia di stampa digitale offre un’alternativa di produzione di alta qualità, consentendo ai produttori di birra di stampare le etichette in base alle necessità anziché dover sostenere i costi di ordinazione e stoccaggio dei lotti in anticipo.

Questa maggiore flessibilità consente inoltre ai produttori di birra artigianale di coltivare sottocategorie come sidri, acidi e un numero crescente di birre alla frutta, dove la differenziazione è altrettanto fondamentale per il successo. Nel 2016, il numero di nuovi lanci di sidro è stato triplicato rispetto al 2012 e il sidro ha concorso con una media di 627 articoli di birra sullo scaffale nei negozi di alcolici. Le etichette sensibili alla pressione stampate digitalmente offrono un’eccezionale flessibilità nel design e nel contenuto delle etichette.

Scegliere un partner per l’etichettatura

Per la maggior parte dei birrifici, le etichette sensibili alla pressione sono la soluzione migliore per etichettare la birra artigianale. Mentre alcuni birrifici ad alto volume possono trarre vantaggio dalle grandi tirature economiche di etichette tagliate e impilate, i birrifici artigianali possono trarre vantaggio dal processo di produzione più semplice e dalla flessibilità forniti dalle etichette sensibili alla pressione stampate digitalmente.

Quando si seleziona un fornitore di etichette sensibili alla pressione, i birrai artigianali dovrebbero cercare un partner esperto in grado di fornire un design creativo, sviluppando la migliore soluzione di etichetta per le loro crescenti esigenze. RRD offre una soluzione end-to-end con oltre 1.000 diverse combinazioni di substrati ed etichette per aiutare i produttori di birra artigianale a risparmiare sui costi, aumentare l’efficienza, soddisfare gli standard normativi e la conformità e migliorare il coinvolgimento dei clienti. Il nostro team nazionale di esperti di etichette vorrebbe fermarsi per una pinta (o due) e aiutarti a portare idee per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Poiché l’industria della birra artigianale continua ad espandersi e diversificarsi, considera le etichette sensibili alla pressione come un’opzione per soddisfare le esigenze in continua evoluzione. Buona fermentazione!

Come nasce un gioiello personalizzato?

Compro oro non è solo un negozio dove vendere i propri gioielli per racimolare un po’ di denaro, ma è anche una bottega orafa a disposizione dei propri clienti per la creazione di splendidi gioielli personalizzati perfetti come idea regalo.

Un gioiello personalizzato è una fantastica idea regalo per suggellare un momento importante della vita, un evento speciale legato ad emozioni forti, per questo un monile realizzato su misura con caratteristiche uniche sarà per sempre unito al ricordo di quello specifico e toccante momento.

Far personalizzare i gioielli su commissione come regalo non è cosa difficile se si hanno ben chiari alcuni passaggi.

Per prima cosa bisogna scegliere il tipo di gioiello, è possibile realizzare qualunque tipo di gioiello su misura, dall’anello ad un bracciale oppure un ciondolo.

Quindi si passa al materiale: oro giallo, bianco, rosa, platino o argento.

Le dimensioni sono importanti, quanto per un anello che deve calzare perfettamente al dito quanto ad una collana perché il peso finale incide anche sul prezzo.

Il passo successivo sono le decorazioni: nomi, lettere o glifi incisi sul metallo prezioso, aggiunta di pietre preziose o dure, cristalli o perle.

Il disegno

Le capacità di un bravo orafo specializzato in gioielli su misura è quella di saper trasformare un bozzetto in un capolavoro di gioielleria.

Non importa se il disegno è uno scarabocchio su un pezzo di carta o un professionale disegno di grafica digitale, l’importante è la collaborazione tra cliente e mastro orafo per poter avere tutte le informazioni necessarie per la corretta realizzazione del gioiello finito.

I bozzetti vengono via via ridefiniti e perfezionati, si possono anche optare per delle stampe 3D prototipo del prodotto ultimato così da avere un’idea più chiara di quello che sarà il gioiello personalizzato ed eventualmente correggere alcune imperfezioni o apportare modifiche prima della realizzazione.

Oltre al disegno base, è bene ricordarsi di comunicare all’orafo le eventuali misure specifiche, soprattutto se il gioiello è destinato ad una terza persona che non lo può provare direttamente in bottega.

Allo stesso modo è di fondale importanza avvisare l’artista se c’è una precisa data entro la quale il gioiello personalizzato deve essere pronto, in modo da organizzare il lavoro e non sforare con i tempi.

Il pro dei compro oro è che dispongono anche di molti gioielli usati, ideali come base di partenza per creare gioielli personalizzati ed ammortizzare anche il costo. Molti gioielli infatti dispongono già di caratteristiche importanti come pietre preziose ed incisioni ma necessitano un po’ di cure per venir rimodernati a piacimento.

Quando si presenta la bozza per un gioiello personalizzato è bene confrontarsi con l’orafo anche per quanto riguarda il budget che si è disposti a spendere, il risultato finale potrebbe andare oltre la disponibilità economica. In base all’importo a disposizione il mastro orafo consiglierà eventuali modifiche di materiale o decorazione per venire incontro alle esigenze di realizzazione.

Orsini Imballaggi a Roma: qualità e convenienza

Al fine di assicurare la massima protezione di merci ed oggetti da spedire o comunque che devono essere trasportate, sono essenziali gli scatoloni da imballaggio.
L’azienda Orsini Imballaggi è il riferimento a Roma per grandi forniture di scatoloni, il suo servizio è estremamente preciso ed accurato, l’obiettivo dell’azienda è proprio la massima soddisfazione del cliente finale.
All’interno dello stabilimento romano di Orsini Imballaggi vengono prodotti scatoloni di ogni forma e misura, perfetti per contenere ogni genere di merce diretta allo stoccaggio.
La produzione degli scatoloni può essere personalizzata, sia per quanto riguarda la realizzazione della forma ma anche attraverso l’incisione del logo dell’azienda richiedente gli scatoloni, attraverso l’utilizzo di materiali differenti e tipologie di cartone diversi.
Gli scatoloni, prodotti con materiali qualitativi e resistenti non temono l’umidità o maltrattamenti, quindi sono ideali per contenere merci destinate alla spedizione degli e-commerce, oppure per spedizioni di ogni genere di aziende, sia dolciarie che alimentari, ma anche del settore dell’abbigliamento oppure tipografico.


Qualità e convenienza sono le caratteristiche principali che i clienti ricercano nell’acquisto di scatoloni per imballaggio. Ogni oggetto da imballare, stoccare o spedire ha forme e necessità diverse, ecco perché un’azienda che fornisce scatoloni fornisce una fondamentale consulenza, consigliando il modello migliore per quel determinato tipo di oggetto.
Orsini assicura una produzione totalmente rispettosa dell’ambiente.

Scatole di cartone di qualità

Orsini Imballaggi produce scatole di cartone con macchinari tecnologicamente avanzati che permettono alle stesse di durare senza mostrare rotture o strappi e resistere anche all’umidità. La produzione differenziata in diverse misure e forme, permette di soddisfare ogni genere di esigenza del cliente, offrendogli anche diverse possibilità di personalizzazione relative non solo alla misura ma anche ai materiali e alla possibilità di farci stampare loghi o slogan particolari.
Data la crescente richiesta di scatole di qualità ma che rispettino anche l’ambiente, si ha una produzione che garantisce anche un risparmio economico, ottenendo quindi scatole di ottima qualità ad un prezzo conveniente.

Come pubblicizzare una nuova attività in modo furbo

Hai aperto una nuova attività? Ecco come pubblicizzarla in modo furbo attraverso i nostri stratagemmi.

Avete da poco aperto una nuova attività e state cercando dei modi per farvi conoscere e promuovere la vostra azienda? I primi tempi, si sa, sono sempre i più tosti per chi decide di lanciarsi nel mondo del commercio. La concorrenza è tanta e soprattutto spesso spietata, per cui non è così facile riuscire a ritagliarsi un proprio spazio o una propria cerchia di pubblico.

Ebbene, esistono comunque dei stratagemmi utili per riuscire a farsi pubblicità. Qui sotto ne abbiamo raccolti giusto alcuni.

1. Usate il web

Il web è lo strumento perfetto per promuovere una start up. Questo perché è immediato, coinvolge una grande fetta di pubblico e soprattutto è molto meno costoso di quanto si potrebbe pensare. Per sfruttarlo appieno potreste partire con la creazione di un sito web aziendale, al fine di trasformarlo in un vero biglietto da visita multimediale dove promuoversi e farsi conoscere. In aggiunta, vi consigliamo anche di aprire una pagina Facebook o Instagram, per attrarre una fetta di pubblico un po’ più giovane e sbarazzina. Un altro strumento molto importante è la newsletter: inviando a cadenza settimanale o mensile delle newsletter informative e professionali, riuscirete a fidelizzare ogni contatto e a trasformarlo in un vero cliente.

2. Usate la pubblicità cartacea

La pubblicità cartacea è un evergreen che non muore mai. Per questa ragione vi consigliamo di sfruttarla appieno. Stampate tutto ciò che preferite, dai volantini ai biglietti da visita e distribuiteli a chiunque vi capiti a tiro. Potete anche effettuare una stampa manifesti, in modo da coinvolgere i passanti o comunque gente potenzialmente interessata a quello che vendete. Inoltre, vi consigliamo di stampare anche prodotti più originali come calendari, penne, matite… insomma oggetti fruibili nella vita di tutti i giorni e che vi possono permettere di farvi una discreta pubblicità. Il nostro consiglio è: scegliete il tipo di pubblicità cartacea che preferite e sfruttatela appieno.

3. Organizzate eventi in negozio

Avete da poco aperto il vostro negozio? Allora sarebbe il caso di organizzare qualche evento per promuoverlo subito! Se, ad esempio, il vostro è uno shop di abbigliamento un’ottima idea potrebbe essere quella di organizzare delle sfilate di moda, al fine di evidenziare i vostri prodotti di punta e mostrarvi come gente altamente professionale. Se, invece, è un bar, potete preparare serate con aperitivi speciali e cocktails introvabili, in modo da attrarre una clientela giovane e curiosa. Insomma, spazio alla fantasia per un evento promozionale impeccabile.