Archivio tag: Lavoro Toscana

Lavoro siderurgia Toscana

Lavoro siderurgia Toscana

Realizzare entro la fine di gennaio 2010 un protocollo di intesa tra Regione, Enti locali, Autorità portuale di Piombino e TenarisDalmine per rafforzare la presenza dell’azienda siderurgica sul territorio.
E’ la proposta avanzata stamani dall’assessore al lavoro, istruzione e formazione Gianfranco Simoncini nel corso dell’incontro che ha avuto a Venturina con l’amministratore delegato della TenarisDalmine, con il sindaco di Piombino Gianni Anselmi, con l’assessore provinciale al lavoro Ringo Anselmi e con le organizzazioni sindacali.

«Il protocollo – ha detto l’assessore – dovrà definire supporti e interventi sia infrastrutturali che di qualificazione ambientale e di investimenti, a partire dai soggetti coinvolti, per il mantenimento dell’attività produttiva della TenarisDalmine a Piombino. La Regione si impegnerà per giungere all’accordo entro il primo mese del nuovo anno, e in tal senso sarà attivato quanto prima un tavolo tecnico».

«Con questo protocollo puntiamo a garantire – ha detto ancora Simoncini – la presenza toscana di un’azienda importante nel quadro di un’attenzione specifica per il


settore siderurgico che è stato al centro dell’incontro che il presidente Claudio Martini ha avuto nei giorni scorsi con il ministro per lo sviluppo economico Claudio Scajola».

 

 

Cerchi lavoro? Metti un annuncio gratuito su Clappo.it

Lavoro Toscana

Lavoro Toscana

«Le notizie buone lo sono ancora di più in questi giorni dell’anno: lo dico non come contributo al sentimentalismo ma come rispetto per una assai concreta conclusione di un percorso che ha visto la convergenza, e l’azione, di tanti protagonisti, sia tecnici che politici, tutti impegnati in un salvataggio per cui si è adoperata, nelle sue competenze, anche Regione Toscana». Così il presidente Claudio Martini commentando la positiva conclusione della lunga vertenza alla multinazionale Kartogroup (tre dei quattro stabilimenti italiani sono nella provincia di Lucca con circa 500 lavoratori cui si aggiungono i quasi 200 di Cassino più i 700 negli altri stabilimenti europei) acquistata dal gruppo tedesco Wepa di Arnsberg, nel Nord Reno Westfalia.
«Con le tante cattive notizie di crisi aziendali che troviamo scaricate ogni giorno sui nostri tavoli e che tanto rendono difficile il futuro per tante famiglie toscane – prosegue Martini – non può che procurarci intuibile soddisfazione una notizia finalmente buona.


A confortarci sono anche le prime dichiarazioni del gruppo tedesco con la non formale assicurazione che la loro azienda tiene molto a due elementi fondamentali per piegare la crisi: l’innovazione e i valori etici».
A questo punto il gruppo tedesco, con più di 2.900 dipendenti, in ordine di grandezza è, in Europa, il quinto produttore di carta igienica.